.
Annunci online

Sarditudine Sorellanza di pensieri
9 gennaio 2007
De teneritate


“Io ho visto cose che voi umani non potreste immaginare.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.”


Io non ho visto niente più degli altri. Vedo me stessa e solo in parte.

E non lotto oltre i bastioni. Non so dove siano.

Debole come tutta la specie umana, fragile e imperfetta, ho paura del buio e della sua profondità.

Una foresta notte, sottesa a tutto, che è compagna e amante e domina.


Non bastano stelle a bagnare il cielo per evitare l’immortale occhio, la mano e il corno diabolico,

che spuntano dai vetri vicino al mio dormire.

Non bastano la pelle e l’odore, e la carne di uomo in calore, per superare il freddo e gelido battito del tempo

inesorabile che conta infaticabile le ore.

Non trovo tutto in me stessa. Perché siamo finiti. Limitati e non abbiamo verità.
Nessuna verità se non una scarna conoscenza di noi e del mondo in un fuggente istante.

La solitudine cronica non ha senso se non per far di sé un simulacro di uomo da esibire nella fiera delle vanità.

La tenerezza non è un attimo ma un gesto che profuso offre in un tempo indeterminato il contrappunto di luce nella poderosa notte umana.


per systems 

 




permalink | inviato da il 9/1/2007 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Cerca
Feed
Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte



IL CANNOCCHIALE